The Long Dark – Recensione

THE LONG DARK: HINTERLAND STUDIO RILASCIA UFFICIALMENTE IL GIOCO DOPO TRE ANNI DI ACCESSO ANTICIPATO 

The Long Dark, dopo tre anni di accesso anticipato, ha visto finalmente la luce ed infatti la versione finale è finalmente disponibile su Playstation 4, Xbox One e PC.

Sviluppato da Hinterland Studio, questo titolo si è presentato sin da subito come un interessante survival game, ci da molta libertà nelle cose da fare, graficamente è molto notevole (sviluppato con Unity) e la novità principale è che finalmente abbiamo una modalità storia. Parliamo subito della modalità storia: è composta principalmente da cinque episodi, per ora ne sono usciti solo due e i restanti verranno rilasciati gratuitamente entro la fine dell’anno/2018. Questi due episodi disponibili al lancio vi faranno, comunque, giocare un’avventura di ben 15-20 ore, quindi non abbiate paura che il gioco possa finire in fretta, anzi. La trama è molto classica, dopo un incidente aereo ci siamo schiantati in queste montagne gelide e dobbiamo scoprire se la nostra compagna di viaggio sia viva e sopratutto cosa sta succedendo, nel mezzo abbiamo anche diversi flashback dove il protagonista ci racconta la sua, interessante, storia. Oltre alla modalità storia troviamo anche la modalità sopravvivenza, dove una volta scelto il vostro scenario (ne sono presenti ben 6) sarete catapultati nell’avventura senza nulla con voi ma con un obiettivo semplice, sopravvivere. Difatti tutti e 6 gli scenari sono differenti, dando cosi molta varietà al giocatore che dovrà fare attenzione a diversi parametri per evitare di morire quali temperatura corporea, fatica, sazietà ed idratazione.

Il gioco in se è impegnativo, se siete alle prime armi con i survival game vi troverete abbastanza in difficoltà per le prime volte, anche perché il gioco vi catapulta all’avventura senza introduzione, tutorial o altro. La parte più impegnativa è chiaramente quella di non far mai azzerare uno dei nostri parametri vitali, anche perché se solo uno va a zero per troppo tempo moriremo istantaneamente. Una bella nota di merito va all’atmosfera generale che ci immerge in questo mondo freddo, solitario e misterioso alla perfezione, anche l’interfaccia di gioco è vuota, difatti premendo un tasto possiamo vedere le nostre statistiche, l’inventario e dei tasti rapidi per fare il fuoco, bere e mangiare.

La gestione dell’inventario è ottima e anche la componente di crafting è ben realizzata e facile da intuire, inoltre durante il nostro viaggio possiamo trovare anche nuovi vestiti che potranno aumentare la resistenza al gelo (o diminuirla) oppure si possono usare per creare bende e altri oggetti utili per sopravvivere, idem con le armi (che sono poche ma non saranno indispensabili) quindi la libertà data al giocatore è davvero tanta. Ogni oggetto del nostro inventario si danneggerà nel tempo quindi avere sempre di scorta materiali per riparare gli oggetti diventa indispensabile, inoltre graficamente è davvero notevole, Hinterland ha fatto un lavoro di cel-shading che funziona alla grande.

CONCLUSIONI: The Long Dark dopo tre anni di accesso anticipato ha finalmente mostrato tutte le sue capacità, un ottimo survival che immerge il giocatore nell'atmosfera gelida e solitaria dell'ambiente circostante e con questi primi due episodi tutti i giocatori (sopratutto chi è alle prime armi con questo genere di gioco) possono abituarsi a tutte le difficoltà che incontreranno anche nei restanti tre.

VOTO FINALE: 7

SCHEDA GIOCO

  • DATA RILASCIO: 01-08-17
  • GENERE: Avventura/Survival
  • SVILUPPATORE: Hinterland Studio Inc.
  • PUBLISHER: Hinterland Studio Inc.
  • PIATTAFORME: Ps4, Xbox One, PC
ULTIME NEWS






Tag:, , , , ,

Lascia un commento