Kaijin Reijoh: recensione del primo volume

Kaijin Reijoh: mostruose bellezze

Mattia Forleo 9 Feb 2021

Oggi vi parlerò di Kaijin Reijoh, un’opera realizzata da Tetsuya Tashiro, autore meglio conosciuto per aver dato vita al capolavoro Akame ga Kill!, in collaborazione con lo storyteller Takahiro. Dopo aver partecipato alla realizzazione di uno dei battle shonen più apprezzati dell’ultimo decennio, il disegnatore si è cimentato in solitaria nella produzione di una nuova opera, pubblicata da Planet Manga al prezzo di copertina di 7,50€. Questo fantasy, che conta per il momento un solo volume in Italia e 4 numeri in patria, è stato oggetto di numerose attenzioni proprio per la fama dell’autore che si rivela essere un collante tra le due serie. Kaijin Reijoh viene infatti pubblicato, nel nostro Paese, anche in un pack speciale che contiene in aggiunta un’edizione variant del primo volume proprio di Akame ga Kill!, reperibile solamente con l’acquisto di quest’ultimo, al prezzo di 12,50£.

Asuma Sudo è un ragazzo che conduce una vita normale, nonostante si ritrovi in un mondo fantastico, dove le persone si tramutano in creature mostruose che agiscono spinte da impulsi omicidi. Un giorno incontra una studentessa che frequenta un esclusivo liceo femminile, se ne innamora e, inaspettatamente, ottiene la possibilità di iscriversi proprio all’istituto nel quale studia la sua nuova fiamma. Quello che inizialmente sembra essere un sogno ad occhi aperti si rivelerà presto tutt’altro, in quanto il vero fine della nuova scuola è quello di sterminare tutti i mostri nemici del genere umano: i Kaijin.

Innanzitutto, bisogna complimentarsi con la Planet Manga per l’idea geniale di realizzare un pack speciale contenente Kaijin Reijoh e la variant di Akame ga Kill!. L’opera a cui infatti Tashiro ha lavorato occupandosi dei disegni è conosciuta e apprezzata dalla maggior parte dei lettori di fumetti nipponici, e grazie all’inserimento di un numero da collezione esclusivo, acquistabile unicamente con il pack, ha potuto far conoscere il nuovo manga anche a chi non ne aveva mai sentito parlare. Ancora una volta Tashiro dà prova della sua maestria nella realizzazione di tavole eleganti e dinamiche, ma allo stesso tempo dettagliate, dimostrando anche un evidente miglioramento rispetto ai disegni, già apprezzabili, della sua opera principale. In aggiunta a ciò, le illustrazioni rendono il manga estremamente realistico, grazie alla realizzazione di tavole crude e alla importante presenza di sangue, il che rende i combattimenti molto più verosimili e danno la possibilità fin da subito di capire la tipologia di shonen che ci viene presentata.

Anche i personaggi, nonostante si tratti soltanto di un primo volume, sono ben esposti e presentati: il protagonista è infatti un ragazzo ossessionato dall’altro sesso che innamoratosi per la prima volta di una coetanea, deve cercare di resistere alle tentazioni che si ritroverà ad affrontare. Vediamo dunque che viene raccontato il passato del protagonista, con l’aggiunta di qualche accenno che viene posto sulle dolorose situazioni vissute dagli altri personaggi. In aggiunta a ciò, oltre ad essere gli studenti ben caratterizzati e originali, si rivela interessante la storia che si cela dietro agli equipaggiamenti e ai poteri ad essi correlati.

A differenza di altri battle shonen, in Kaijin Reijoh, i villain risultano essere fin da subito temibili e degni di nota, caratterizzati da un aspetto mostruoso e feroce. Fin dal primo nemico infatti, i kaijin risultano essere in grado di mettere in grande difficoltà i protagonisti costringendoli a far partecipare allo scontro persino il nuovo arrivato Asuma. Una tematica estremamente rilevante e attuale all’interno dell’opera è quella dell’ossessione, che vediamo essere proprio la causa della trasformazione degli umani in kaijin ossia in mostri che perdono l’uso della ragione e hanno come unico scopo quello di scaricare le proprie frustrazioni sull’umanità da cui non si sono sentiti apprezzati.

CONCLUSIONI: Un primo volume degno di nota, il cui acquisto è consigliato specialmente insieme alla variant di Akame ga Kill!. Se siete amanti di action e fantasy, di battle shonen e magari anche di splatter, si tratta sicuramente di un'opera che non potete perdervi.

VOTO FINALE: 9

SCHEDA FUMETTO

  • DATA RILASCIO: 14/01/2021
  • SOGGETTO: Tetsuya Tashiro
  • SCENEGGIATURA: Tetsuya Tashiro
  • DISEGNI: Tetsuya Tashiro
  • COLORI: Bianco e nero
  • CASA EDITRICE: Planet Manga
ULTIME NEWS






Lascia un commento