SPECIALE WARHAMMER 40K: CADIA (seconda parte) – N-files

CADIA: LE SUE ARMATE E I SUOI MISTERIOSI PILONI

Marco "Obaka" Valle 25 Gen 2017

Bentornati su Cadia! Se la scorsa settimana abbiamo trattato brevemente della storia di Cadia Prime e della sua società, oggi vorrei parlarvi più nel dettaglio dei suoi soldati e dei misteriosi Piloni, intrinsecamente legati al destino del pianeta stesso.

Il fiore all’occhiello delle forze armate Cadiane sono, senza dubbio, i suoi Shock Troopers, i Reggimenti di Guardie Imperiali conosciuti in ogni angolo dell’Imperium e stimati anche dagli stessi Adeptus Astartes, che hanno avuto modo di constatarne il valore e la preparazione direttamente sul campo.


L’ADDESTRAMENTO CADIANO SVILUPPA LA COOPERAZIONE E IL LAVORO DI SQUADRA


La preparazione di un militare cadiano enfatizza la forza, la resistenza, l’abilità nell’uso delle armi, la propensione al sacrificio e, soprattutto, la disciplina. Ogni tipo di addestramento o esercizio viene eseguito in gruppo, ed è concepito in maniera tale che solo collaborando tra di loro, le reclute possono portalo a termine per il meglio.

I nobili sono destinati fin dalla nascita a diventare Ufficiali, insegnando loro i dettami della Tactica Imperium dalla più tenera età. Nonostante la formazione dei futuri ufficiali avvenga nelle tranquille aule di un’accademia, secondo la cultura Cadiana questo è un’enorme spreco di tempo e di risorse. Per questo motivo, i soggetti più promettenti, quelli che hanno dimostrato solide qualità di strategia e leadership durante il servizio nei Whiteshields, vengono mandati direttamente nei rinomati corpi di Formazione Ufficiali, che prepareranno il cadetto direttamente in prima linea.

Oltre a essere fortemente militarizzato, Cadia è anche un pianeta con un elevato livello di industrializzazione. Per questo, è in grado di rifornire autonomamente gli Shock Troopers con le migliori attrezzature disponibili. Le uniformi sono disponibili in tinte mimetiche adatte a ogni tipo di terreno. Il fucile laser M36 Kantrael, dotazione standard di ogni soldato cadiano, è superiore come qualità e robustezza a ogni altro modello e gli elmetti, sempre correlati da un respiratore, permettono di operare tranquillamente anche se in presenza di veleni gas e armi batteriologiche, oltre a fornire una limitata autonomia in ambienti privi di atmosfera. Gli Ufficiali cadiani sono noti per indossare una caratteristica gorgiera, contenente un generatore di campo di forza. I lanciagranate prodotti sul pianeta sono i preferiti di moltissimi soldati delle squadre di supporto, mentre le squadre pesanti possono fare affidamento su potenti Cannoni Automatici.

Anche dal punto di vista dei veicoli, le forze armate cadiane sono al top, avendo in dotazione tutta una gamma di carri armati (compresi il famoso Leman Russ e il gigantesco Baneblade) e numerose piattaforme di artiglieria di vario calibro.


LA VERA NATURA DEI PILONI DI CADIA É AVVOLTA NEL MISTERO


Forse però, la caratteristica più singolare di Cadia, non sono i suoi eserciti, ma i misteriosi Piloni, strutture di origine sconosciuta risalenti a molto prima della colonizzazione umana del pianeta. 5810 piloni si ergono, sparsi, sulla superficie di Cadia, e altri duemila circa giacciono sepolti o danneggiati gravemente. Ogni pilone è diverso dagli altri, ma tutti sono conficcati per 250 metri nel terreno, innalzandosi verso il cielo per latri 500 metri. Ogni pilone è attraversato da una rete di gallerie , di chiara origine artificiale, non più larghe della testa di un uomo e, tutte quante, lunghe esattamente 250 metri..

Gli Sforzi dell’Adeptus Mechanicus di studiarli più a fondo, sono falliti tutti miseramente. I Piloni son refrattari a qualsiasi tipo di scan, e i tentativi di esplorare i tunnel per mezzo di servitors, hanno portato soltanto alla perdita delle sonde. E’ tuttavia opinione comune che abbiano a che fare con l’esistenza stessa del Portale Cadiano. L’accesso ai piloni è in genere proibito e il permesso di poterli vistare è considerato un grandissimo onore, riservato solitamente ai più alti Ufficiali.

Cadia, come tristemente saprete, è caduta durante la Tredicesima Crociata Nera. Nelle ultime fasi, sembra che il tentativo del Magos Belisarius Cawl con l’aiuto di un Lord Nekron, di attivare i Piloni, sia stata la causa, o una delle cause, della distruzione del pianeta. Ma chi li ha posizionati, e quando esattamente, rimane un mistero.

Che la Luce dell’Imperatore vi accompagni sempre!

Tag:,

Lascia un commento